Bimba di tre anni trattata peggio di un animale | Scoperta agghicciante dei Carabinieri

Una bambina di tre anni è stata trovata dai Carabinieri in condizioni davvero allarmanti. La situazione è all’estremo: ecco cosa le hanno fatto

Il maltrattamento di minori è purtroppo uno dei temi centrali della tutela dell’infante e dell’adolescente. Ad aprile 2021, secondo l‘Indagine nazionale sul maltrattamento dei bambini e degli adolescenti in Italia condotta da Cismai, i minori presi in carico dai servizi sociali a causa di tali situazioni sono 401.766. Più di 75mila di questi, son stati rimossi da situazioni di maltrattamento.

Bambina
Bambina, scoperte le atrocità fatte su di lei (direttanews.com)

Nelle ultime ore, a Rimini, i Carabinieri hanno fatto una scoperta davvero agghiacciante. La bambina è stata trovata sotto al letto, tremante, in una condizione oscena. Ecco la vicenda e le indagini.

Bambina maltrattata dagli zii: morsi e lividi sul corpo

Dopo aver ricevuto diverse segnalazioni, i Carabinieri si sono diretti da chi pensavano fossero i genitori di questa piccola bambina e li hanno arrestati immediatamente. Non appena sono entrati in casa, hanno trovato la bambina rannicchiata sotto al suo letto, impaurita e tremolante. Il suo corpo presentava lividi, segni di botte, morsi e capelli rasati a zero, come se fosse un maschio. I “genitori” han cercato di difendersi con una serie di bugie, tra le quali quella secondo la quale avrebbero trovato la bambina conciata così davanti al loro cancello, abbandonata da un parente.

In realtà, però, la piccola era stata affidata loro dal patrigno, cioè il fratello della donna condannata, poiché sua moglie (cioè la mamma della bambina) era stata arrestata. Da quel giorno per la piccola è iniziato un incubo: per vendetta del fatto che il patrigno non avesse dato loro dei soldi, i due zii orchi hanno iniziato a maltrattarla. Pugni, sberle, digiuno forzato e pessime condizioni igieniche erano all’ordine del giorno: spesso, la obbligavano a digiunare mentre guardava i suoi cugini mangiare.

Carabinieri
I Carabinieri han portato in salvo la bambina (direttanews.com)

Per i due, che quindi si sono rivelati essere gli zii della bambina, è arrivata la sentenza di primo grado, che chiede una condanna di 3 anni e sei mesi per ognuno. Oggi la bambina è stata presa in carico dai servizi sociali e inizierà tutto il suo percorso alla ricerca di una famiglia affidataria e adottiva. In Italia, la forma di maltrattamento su minore principale è la patologia delle cure, cioè l’incuria, la discuria e l’ipercuria: il 40% dei minorenni presi in carico dai servizi sociali vive queste condizioni. Seconda causa è la violenza assistita, che colpisce il 32,4% dei minori, mentre il 14.1% dei minori è vittima di maltrattamento psicologico. Quello fisico riguarda il 9.6% dei casi mentre l’abuso sessuale il 3.5%.

Impostazioni privacy