La giornata tipo di Re Carlo III | La rivelazione: ritmi sovrumani

Chi l’ha detto che un Re trascorre le proprie giornate tra relax ed eventi mondani? Carlo è l’antitesi del riposo: spuntano interessanti rivelazioni sulla sua vita quotidiana. Non si ferma mai

Come trascorre le proprie giornate il nuovo Re? Se lo stanno domandando in tanti nelle ultime settimane, dopo che Carlo III è entrato nel pieno esercizio delle sue funzioni. Anche se l’incoronazione ufficiale è prevista per il mese di maggio, infatti, il padre di William ed Harry è già stato ufficialmente dichiarato Re e, come tale, sta lavorando. A quanto pare a pieno ritmo, stando almeno alle rivelazioni di una persona a lui molto vicina in passato e che conosce molto bene la sua quotidianità.

Re Carlo III
Re Carlo III, la sua giornata tipo (direttanews,com)

Ebbene se pensavate che diventare Re significasse trascorrere la propria giornata tra relax ed eventi mondani vi siete sbagliati di grosso. Carlo è l’antitesi del riposo, secondo quanto raccontato dall’ex addetto stampa Julian Payne e, anzi, ha un’agenda giornaliera talmente fitta di impegni da lavorare ininterrottamente dalla mattina sino a mezzanotte. Concedendosi ben poche pause.

Re Carlo III, come trascorre le sue giornate? Tenetevi forte

Come raccontato da Payne al Sunday Times il primogenito della compianta Regina Elisabetta non solo non si ferma mai a pranzo ma, a colazione, si limita a mangiare un po’ di frutta e dei semi. “Non ho mai visto un solo uovo sodo a colazione in tutti gli anni in cui ho lavorato lì”, ha rivelato mettendo così fine alle supposizioni in merito alla presunta fila di uova sode presentata quotidianamente a Carlo affinché scegliesse quello più di suo gradimento. Solo voci non corrispondenti al vero, a quanto pare.

Re Carlo III
Re Carlo III, la sua giornata tipo (direttanews.com)

E non è tutto: “Il Re non pranza – ha detto Julian – una delle prime lezioni che ho imparato quando ero in viaggio con lui è stata quella di fare una colazione abbondante o portare con me qualche snack bar sempre a disposizione”. Aggiungendo: “La giornata lavorativa del sovrano è molto impegnativa. Sessioni consecutive di un’ora circa sui suoi progetti di beneficenza o su questioni di stato. Come viene organizzato il suo lavoro? Due volte all’anno i suoi impegni vengono inseriti in una nuova agenda semestrale”. Agenda talmente strutturata e dettagliata da lasciare ben poco spazio al tempo da dedicare a sé stessi.

Non smette di lavorare neanche dopo cena

Per vedere Carlo III concedersi una prima pausa occorre attendere le 17, orario in cui il Re si concedeva, e probabilmente si concede ancora, l’irrinunciabile tè che sorseggia in compagnia della Regna consorte Camilla. L’addetto stampa ha spiegato che alla bevanda abbinano sovente una fetta di torta alla frutta.

Ma la pausa dura poco e, una volta terminato, Carlo torna a visionare documenti e carte e si prepara per i successivi appuntamenti della giornata fino all’orario della cena, fissato per le 20:30. E pensate che, terminata la cena, si possa concedere qualche minuto di relax sul divano? Giammai, alle 22 in punto il Re si sposta nello studio e “di solito fino a mezzanotte passata”, continua lavorare.

Articolo di Daniele Orlandi

Impostazioni privacy