Il dramma di una dottoressa 38enne | I sintomi trascurabili del male che l’ha colpita si sono rivelati un allarme

Diagnosi scioccante a 38 anni, la giovane donna non avrebbe mai immaginato di essere malata: ecco cos’hanno scoperto i medici sulla sua malattia

Prevenzione
Prevenzione (Pixabay)

La medicina negli anni ha fatto passi da gigante in merito alla ricerca sulle malattie, se un tempo le problematiche al cuore si correlavano a tassi altissimi di mortalità, adesso c’è una longevità inaudita attraverso le nuove tecnologie come i defibrillatori. Eppure superata una malattia, arriva a farci visita un’altra. I tumori, ad esempio, sono definiti la malattia del secolo, e per quanto la ricerca vada avanti, in alcuni casi siamo ancora inermi.

Una maggiore consapevolezza dei sintomi dei tumori mortali si rivelerà “cruciale” nel individuarli presto, spiegano i medici, dopo aver trovato attraverso una diagnosi un tumore ad una donna di soli 38 anni. La paziente in questione si era sottoposta ad un check up di prevenzione, ma non aveva avuto mai sintomi gravi. Dalle dichiarazioni della donna, quest’ultima non avrebbe mai immaginato di poter portare dentro di sé un male così grave, i sintomi non avrebbero mai rimandato a un tumore in quanto molto spesso, durante la vita di tutti i giorni, vengono ignorati presi dai problemi quotidiani.

La diagnosi è stata un vero e proprio shock ed è da qui che i medici ricercatori inglesi hanno iniziato a puntare molto sulle diagnosi preventive attraverso un check up che andrebbe ad analizzare alcune specifiche sintomatiche.

Anticipare lo sviluppo tumorale attraverso la prevenzione: importantissima per la lotta al cancro, lo spiega una 38enne

Prevenzione
Prevenzione (Pixabay)

In un sondaggio per Less Survivable Cancers Taskforce, è venuto fuori che solo l’1% delle persone nel Regno Unito è stata capace di identificare i sintomi relativi al cancro al fegato, anche leggendoli da un elenco presentatogli. A più di 90.000 persone viene diagnosticato un cancro ai polmoni, al fegato, al cervello, allo stomaco, al pancreas e all’esofago ogni anno, con oltre 67.000 decessi. Si tratta infatti delle tipologie di cancro più fatali i cui sintomi spesso sono difficili da prendere in considerazione.

I sintomi del cancro al fegato possono includere ad esempio una perdita di appetito, una perdita di peso inaspettata e stanchezza. Il cancro ai polmoni può nel frattempo presentarsi come tosse persistente, dolore al petto o tosse con sangue. Ciò non significa che ogni volta che si ha la tosse persistente si deve pensare ad un possibile cancro, anche perché altrimenti la vita diventerebbe un inferno, piuttosto sono proprio i medici che stanno cercando di avanzare le ricerche da questo punto di vista: sono loro a non dover sottovalutare i sintomi.

Ruthra Coventry, una consulente anestesista di Aberdeen, ha ricevuto la diagnosi “shock” nel 2018, a soli 38 anni. Parlando alla Giornata di sensibilizzazione sui tumori meno sopravvissuti, il dottor Coventry ha dichiarato: “Avevo solo 38 anni quando mi è stato diagnosticato un cancro ai polmoni, che è stato uno shock completo nonostante fossi un medico”. Come sintomi aveva avuto diverse infezioni alle vie aeree ma aveva sempre ipotizzato fossero dovute a suo figlio che tornava a casa dall’asilo. Decise così di farsi un controllo per via di questi continui dolori al petto, ma mai avrebbe immaginato di poter avere un cancro, è per questo che ricorda quanto sia importante farsi controllare dopo segnali persistenti: ci si salva la vita.

Impostazioni privacy