Sucidio dopo aver scritto a Maria De Filippi | Lettera mai arrivata

Una storia incredibile e senza lieto fine quella che coinvolge Maria de Filippi. La lettera, purtroppo, non è mai arrivata: ecco la vicenda

La voce calma di Maria de Filippi che legge le appassionanti storie dei protagonisti di C’è Posta Per Te la conosciamo tutti. Forse è proprio a questa che si è appigliata questa giovane donna che le ha scritto in preda al panico, prima di compiere l’orribile gesto.

Maria De Filippi triste
Suicidio prima di scrivere a Maria De Filippi (DirettaNews.com)

Ci sono storie di dolore e di disperazione, infatti, che non vorremmo mai sentire. Nonostante il carcere sia una struttura riabilitativa, dove chi ha compiuto reati dovrebbe riuscire a comprenderne i motivi e le origini per non ricaderci mai più, a volte è invece un luogo di perdizione, soprattutto dell’anima. A questa giovane donna, purtroppo, è successo proprio così: la lettera a Maria de Filippi non è mai arrivata.

Scrive a Maria de Filippi, poi il gesto definitivo

Si chiamava Donatella Hodo la ventiseienne protagonista di questa storia. Originaria dell’Albania, si è tolta la vita in carcere a causa dei pensieri ossessivi che l’hanno trascinata in un tunnel di disperazione dal quale non è riuscita a uscire. Il 10 ottobre 2020, però, Donatella aveva provato a trovare una via di consolazione e aveva scritto una lettera a Maria de Filippi in cui le descriveva la sua vita e la sua storia. “Ora purtroppo mi trovo nel carcere di Montorio, sono finita qui perché ho avuto un’infanzia e un’adolescenza difficili con tanti problemi, non ho avuto la forza di reagire e mi sono buttata nella droga” scriveva, come riportato dal Corriere Veneto.

Carcere il recinto
Suicidio prima di scrivere alla De Filippi (DirettaNews.com)

La giovane, quindi, voleva ricominciare ma aveva bisogno di aiuto. Quella lettera, però, non è mai arrivata: a ritrovarla è stato il padre di Donatella, Nevruz, quando ormai la figlia non c’era più. Nella notte tra l’1 e il 2 agosto 2022, infatti, la giovane si è tolta la vita inalando gas dal fornelletto della cella.

Ho 26 anni, ho ancora una vita davanti, voglio sistemarmi, avere un futuro” scriveva Donatella, dicendo a Maria de Filippi che aveva bisogno di un aiuto concreto per riuscirci, anche tramite la ricerca di un lavoro. A Maria, che di storie come queste ne ha lette tante durante le sue infinite camminate nello studio di C’è Posta Per Te, questa lettera però non è mai arrivata. Chissà oggi cosa pensa la conduttrice, che si trova coinvolta in una storia di cui non sapeva nulla: l’amarezza che sentiamo tutti noi, probabilmente, lei l’avverte ancora più forte.

Impostazioni privacy