Ordina pastori per il presepe | Quello che gli recapitano a casa è sconvolgente

Il magico mondo degli acquisti online non smette mai di stupire, ma questa volta si è superato e non di poco. Un presepe, infatti, si è trasformato ben presto in altro. 

Sappiamo bene quanto ad esempio l’e-commerce sia stato più che fondamentale durante i mesi più duri del lockdown, quando non si poteva uscire da casa se non per recarsi in farmacia o al supermercato per beni di prima necessità, motivo per cui molti italiani hanno scoperto e si sono affidati alla prima volta agli acquisti digitali che nella maggior parte dei casi ci evitano viaggi, file interminabili e ressa nei centri commerciali per comprare l’ultima macchinetta del caffè in saldo.

Presepe, pastori
Presepe: ordina i pastori ma gli arriva tutt’altro (direttanews.com)

Insomma, ci siamo capiti. E così, anche la diffidenza nei confronti dell’e-commerce pian piano è anche venuta forzatamente meno, nel senso che o si acquistava online o non era possibile fare diversamente, nonostante tutto.

Uno dei problemi più gravi legati agli acquisti online, infatti, riguarda il pericolo e il timone che ciò che abbiamo acquistato venga smarrito, non sia per nulla come appariva in foto o ancora, venga totalmente scambiato, un po’ come è successo a un signore di San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli. I pastori che aveva ordinato, infatti, non sono mai arrivati e al loro posto dentro il pacco c’era ben altro. Davvero imprevedibile!

Il presepe che non ti aspetti

Per Natale un signore di San Giorgio a Cremano aveva deciso di rendere il suo presepe più che speciale, eppure non si aspettava potesse diventarlo così tanto. Fare acquisti online, infatti, può non essere sempre una bellissima esperienza, soprattutto se al posto di alcuni pastori, un agricoltore che porta una pigna d’uva dalla vite e il figlio vestito di cenci che regge una sporta di vimini, arrivano ben 10 kili di marijuana!

erba, marijuana
Ordina i pastori per il presepe ma gli arriva l’erba (direttanews.com)

Affidandosi a un sito spagnolo che proponeva prezzi più che stracciati per alcuni pastori, l’uomo ha deciso di concludere l’affare che ha avuto un risvolto più che inaspettato il 2 gennaio, quando il corriere suonando ha lasciato un pacco contenente davvero tantissima marijuana.

A quel punto l’uomo, abbastanza sbigottito e sorpreso, ha deciso di contattare le autorità, insomma ben 10 kili di marijuana a casa diciamo pure come siano abbastanza illegale, motivo per cui i carabinieri, una volta sentita la testimonianza e la disavventura dell’uomo, hanno sequestrato la marijuana e stanno cercando ora di risalire al mittente per capire come sia stato possibile far arrivare dalla Spagna fino a Napoli un pacco simile.

Articolo di Karola Sicali

Impostazioni privacy