Tragedia al supermercato, attimi di terrore

Terrore puro quello vissuto fuori da un supermercato, in una cittadina italiana. Errore clamoroso e gravissimo: ecco cos’è successo

Tra le attività quotidiane da sbrigare, oltre al lavoro e alla gestione della casa, c’è anche la spesa. Se da alcuni è un passatempo apprezzato, per altri invece è una vera e propria incombenza, da incastrare tra i mille impegni quotidiani e da cercare di fare nel modo migliore possibile, per ottimizzare i costi.

Supermercato: stava succedendo un disastro
Supermercato (www.direttanews.com)

Se oggi come oggi sono molti i servizi di spesa online, che consentono di farla comodamente dal proprio cellulare e di riceverla a casa nella fascia oraria preferita, non tutti amano questo tipo di servizio. Sono ancora molte le persone che, per sentirsi sicure delle proprie scelte, hanno bisogno di vedere fisicamente i prodotti che stanno comprando: in Italia, quindi, i supermercati sono ancora pieni, a qualsiasi ora del giorno.

In una cittadina italiana, proprio all’interno di un supermercato, è successo qualcosa di incredibile. Fortunatamente la sorte ha voluto che finisse tutto nel migliore dei modi ma lo spavento è stato enorme: ecco cos’è successo.

Spesa al supermercato: la mamma sbaglia auto

Quando si va a fare la spesa con i propri figli, soprattutto se piccoli, si deve fare attenzione a tutto. I bambini, attirati dai prodotti e dai colori, tendono infatti a toccare qualsiasi cosa e a cercare di mettere nel carrello i propri cibi preferiti: sta al genitore, quindi, cercare di non perdere di vista il proprio pargolo e tentare di arginare le sue voglie. Sebbene il pericolo sembri scampato una volta che si esce dal supermercato a spesa fatta, in provincia di Oristano è proprio nel parcheggio che si è consumata un’assurda vicenda.

 

Parcheggio del supermercato: mamma sbaglia auto
Parcheggio del supermercato (www.direttanews.com)

In una cittadina nel comune del Terralbese, in Sardegna, una mamma è andata a fare la spesa con il proprio piccolo di cinque anni. Una volta finito, ha portato il bambino nell’auto, l’ha legato ed è poi tornata a recuperare il carrello, per caricare tutti i sacchetti nel baule. La disattenzione o la frenesia, però, le hanno fatto commettere un errore fatale: ha caricato il bambino su un’auto dello stesso modello e dello stesso colore della sua, ma di un’altra persona.

Per puro caso, poi, l’auto su cui aveva messo il bambino è partita, lasciando la mamma completamente inerme. Il bambino, se all’inizio non si era accorto di niente così come la guidatrice, è poi scoppiato a piangere quando ha sentito la proprietaria rispondere al telefono: percepire una voce diversa da quella di sua mamma l’ha messo in crisi totale. A quel punto, anche l’ignara proprietaria dell’auto si è accorta della sua presenza: ha quindi chiamato le forze dell’ordine che, una volta riportato il piccolo al parcheggio dalla propria mamma, hanno ristabilito la tranquillità di tutti.