Bambino obbligato a farlo | Assurdo

Quello che è successo a questo bambino ha dell’incredibile. La notizia ha subito fatto il giro del web, avete visto di che cosa si tratta?

La notizia è diventata virale in men che non si dica, arrivando in tutto il mondo e scatenando non poche reazioni. Impossibile rimanere indifferenti davanti a ciò che è accaduto.

Bambino obbligato a farlo: idea assurda
Bambino a scuola (www.direttanews.com)

La vicenda ha visto protagonista uno studente nelle isole Filippine, il cui gesto è subito diventato virale per la singolarità di quanto accaduto. Il tutto è avvenuto in una scuola e, per la precisione, all’Università di ingegneria Bicol. La notizia non è sfuggita a nessuno ed ha scatenato una valanga di reazioni sul web, e non solo, tra lo sbalordimento e la preoccupazione. Come se non bastasse, ciò che è accaduto è stato anche copiato in diversi altri istituti asiatici e non solo. Avete visto che cosa è successo?

La notizia virale

L’insegnante di una scuola nelle Filippine ha chiesto ai suoi studenti di trovare un metodo per evitare copiature e scorrettezze durante i test in classe. Tutti sono rimasti di stucco davanti alle iniziative dei giovani, che hanno scovato i modi più originali e bizzarri per adempiere a quanto chiesto. Gli studenti hanno indossato dei caschi fatti con i materiali più disparati e delle forme più strane. Dai cartoni delle uova ai caschi da moto, passando per tubi con retine paraocchi e tanto altro ancora. I ragazzi hanno dato libero sfogo alla loro fantasia, inventando così dei metodi a dir poco pazzeschi per non copiare. E, come se non bastasse, i risultati hanno lasciato tutti a bocca aperta!

Bambino obbligato a farlo: idea assurda
Bambino a scuola (www.direttanews.com)

Il metodo ha funzionato alla grande. I risultati dei test sono stati nettamente migliori e gli studenti sono riusciti a concentrarsi molto di più rispetto alla metodologia precedente che non prevedeva i famigerati caschi anti copiatura. Non solo! Anche i tentativi di barare durante le prove sono stati minori, con il risultato che i singoli studenti si sono impegnati molto di più. Come accennato, tra una critica e una polemica l’idea ha fatto il giro del mondo. Ad apprezzarla sono stati anche altri Paesi che hanno preso spunto dalla singolare iniziativa delle Filippine per adottare metodi anti copiatura nelle scuole di ogni ordine e grado.

L’idea della docente filippina ha preso ispirazione dalla vicina Thailandia. Il Paese asiatico, solo qualche anno fa, aveva fatto parecchio parlare di sé per i curiosi metodi anti copiatura inventati per gli studenti. Impossibile dimenticare l’idea del professore thailandese che, disperato dai tentativi di copiatura dei suoi alunni, ha inventato un metodo a dir poco bizzarro. La tecnica del prof prevedeva che gli studenti tenessero aperto un ombrello ciascuno durante i test, così da coprire la visuale agli altri ed evitare così copiature e scorrettezze varie.

 

Articolo di Eleonora Vincenzo

Impostazioni privacy