Raimondo Todaro sotto shock, scaricato di malo modo: “Non ne sento la mancanza”

Il professore di Amici Raimondo Todaro viene scaricato pubblicamente: non si è sentita la sua mancanza, i retroscena sulla rottura

Raimondo-Todaro
Raimondo-Todaro (Amici, Witty tv)

Milly Carlucci ha detto addio già un anno fa a Raimondo Todaro: Ballando con le Stelle lo ha accolto e cresciuto ma poi è arrivata la rottura e il ballerino coreografo ha preferito stracciare il contratto per firmare quello offerto da Maria De Filippi per l’edizione di Amici.

Una volta detto addio a Milly, Todaro è diventato professore nel talent show targato Mediaset, in onda su Canale 5. Dopo questa esperienza non c’è stata volontà di tornare in Rai. La Carlucci lo ha sostituito con Vito Coppola, altro giovane talentuoso che ha preso il suo posto egregiamente. Adesso che anche Vito ha deciso di abbandonare il programma per continuare a crescere a livello di tecnica, si torna a parlare di Todaro.

Vito Coppola a Londra e Raimondo Todaro in Mediaset, come farà Milly? Secondo le indiscrezioni di mesi fa, Todaro non sarebbe il benvenuto a Ballando con le stelle, ma anche lui stesso non sarebbe intenzionato a tornare: sotto queste decisioni c’è in realtà un litigio avuto prima dell’addio, a parlarne adesso è Guillermo Mariotto.

Il giurato di Ballando con le stelle racconta i retroscena della discussione di Raimondo Todaro e Milly Carlucci

Guillermo-Mariotto-
Guillermo-Mariotto (Rai play)

A parlare è Guillermo Mariotto, il giurato di Ballando con le stelle molto legato alla conduttrice del programma Milly Carlucci. “Milly è figlia di un generale, è vero che controlla tutto, ma fa bene a farlo, lei lavora in modo spropositato ed è attenta ad ogni minimo dettaglio, come può pesargli tutto ciò?” ha dichiarato il giurato durante l’intervista, con un riferimento a Raimondo Todaro e all’insopportazione maturata nell’ultimo periodo da quest’ultimo per la conduttrice di Ballando.

“Quando è uscito di scena in realtà nessuno se n’è accorto, onestamente non ho sentito il vuoto perché il programma si riempie di tante cose e questo dimostra che siamo tutti utili ma nessuno è indispensabile” ha continuato a raccontare, poi concludendo con un pizzico di veleno: “Insomma, non ne abbiamo sentito la mancanza, forse anche perché è arrivato Vito Coppola che è stato un vero terremoto di bravura!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.