Viaggiare sotto il caldo, ora c’è la soluzione per non soffrire: procuratela immediatamente

È arrivata una soluzione per chi si trova spesso in luoghi senza possibilità di aria condizionata: è portatile e risulta un grande aiuto

Caldo estivo (Twitter)
Caldo estivo (Twitter)

Probabilmente si tratta già dell’estate più calda della storia facendo concorrenza a quella già considerata da record nel 2003. Tutto ciò porta ancora più disagi per i lavoratori e per chi è sempre in viaggio da un luogo all’altro: sopravvivere sotto il sole nelle ore di punta è diventata una sfida. Come di consueto i medici suggeriscono di uscire solamente nelle ore meno calde ma per chi lavora diventa complicato. In questi casi come si fa?

Oltre all’idratazione estremamente necessaria, quest’anno hanno iniziato ad andare di moda delle soluzioni alternative che fino a qualche anno fa sarebbero sembrate decisamente assurde. Esistono strumenti refrigeranti da portare con sé che hanno acquisito sempre più importanza in queste ultime settimane. Si tratta di soluzioni portatili che possono essere utilizzate in qualsiasi contesto, ma vediamo nello specifico di cosa si tratta.

Rimedi al caldo? La novità che va di moda e ti aiuta a resistere alle alte temperature

Ventilatore da collo (Pixabay)
Ventilatore da collo (Pixabay)

Ne esistono di tutti i modelli: i più tradizionali sono quelli che si installano a casa ma da quest’estate va di moda anche quello portatile. Di cosa parliamo? Ebbene, del ventilatore. Un boom di acquisti per quanto riguarda i ventilatori portatili da portare ovunque per smart working all’aperto o durante le giornate più intense fuori porta.

Ci sono quelli pieghevoli e con battteria ricaricabile, ma anche modelli da tavolo o da scrivania, ancora invece, ventilatori da collo dal design innovativo molto simile ad esempio a normali cuffie per ascoltare la musica, che si poggiano sulla nuca generando un flusso d’aria tutto intorno alla testa e alla parte più bassa del corpo. Se fino a qualche anno fa tutto ciò sarebbe stato ridicolo, adesso l’esigenza ha fatto sì che potesse diventare innovativo.

Sono stati tantissimi gli acquisti molto probabilmente spinti dalla disperazione per le alte temperature, e a quanto pare questi strumenti finiranno per diventare parte integrante per le nostre estati fino a diventare normalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.