Battito cardiaco accelerato? Non è quello che pensi | Vola dal medico: potrebbe essere grave

Sebbene quando si ha il battito cardiaco accelerato si pensi all’infarto, un’altra può essere la causa. Non sottovalutarlo: verifica subito

Battito cardiaco accelerato
Battito cardiaco accelerato (Pexels)

Spesso e volentieri si può avvertire una sensazione di battito cardiaco accelerato e, subito, ci si prende i battiti misurandoli con le dita sul polso o alla gola. Le cause possono essere molteplici, soprattutto d’estate: il caldo affatica infatti i corpi e qualsiasi attività comporta uno sforzo maggiore a tutto il sistema. Se si cammina o si fa attività fisica, poi, il rialzo dei battiti è un buon segno: significa che si sta consumando.

Quando questa sensazione non accenna a fermarsi e porta con sé altri sintomi, però, si può facilmente associare all’infarto. Non sempre il battito cardiaco accelerato è segno di questo problema: può avere anche un’altra causa, spesso sottovalutata.

Battito cardiaco accelerato: bevi abbastanza?

Acqua
Acqua (Pixabay)

Le alte temperature di quest’estate stanno mettendo a dura prova tutti. Il caldo è spesso e volentieri insopportabile ma, soprattutto chi fa lavori all’aperto, non può prescindere dal doverlo subire: la conseguenza è una sudorazione eccessiva, spesso non compensata per mancanza di tempo a un’adeguata reidratazione del corpo. Si incorre quindi in episodi di disidratazione, una delle condizioni più diffuse di questo periodo. Sebbene spesso non sia grave, può però peggiorare se non viene trattata.

Si presenta in fase iniziale con i classici sintomi della sete come bocca e mucose secche, occhi che faticano a lacrimare, diminuzione delle urine o produzione di urine scure e maleodoranti. Se però la situazione peggiora, possono presentarsi anche altri sintomi come, appunto, l’aumento del battito cardiaco: con questo, si può verificare un’accelerazione della respirazione e uno stato confusionale. Quando si avvertono questi sintomi ci si deve subito rivolgere a un medico: si potrebbe finire per perdere la coscienza.

Sebbene sembri un problema secondario, nelle persone fragili può essere molto pericoloso, soprattutto se al caldo si accompagnano malattie come vomito o dissenteria. Si pensi che, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la malattia diarroica è la seconda causa di morte nei bambini sotto ai cinque anni. Per prevenire questi disturbi, si consiglia di bere adeguatamente anche quando non si avverte la sete e di consumare cibi ricchi di acqua, come frutta e verdura. Si sconsiglia poi di bere bevande zuccherate, le quali aumentano il senso di sete e non apportano una corretta quantità di acqua a parità di zuccheri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.