Allarme rosso Sonia Bruganelli | Comunicazione imminente da Mediaset: “A settembre”

Sonia Bruganelli si trova in crisi, probabilmente dovrà riorganizzare la sua agenda perché Mediaset fa capricci

Sonia-Bruganelli-Instagram
Sonia-Bruganelli-Instagram

L’opinionista Sonia Bruganelli si è mostrata già più volte in tv molto contenta del ruolo ottenuto. Nonostante fino a qualche mese fa avesse continuato a sputare sul piatto in cui aveva mangiato, criticando il ruolo da opinionista per sottolineare che non fosse il suo vero mestiere e che invece si fosse trattato solamente di una parentesi di vita; adesso si è ricreduta accettando la proposta del conduttore.

“Sono molto contenta che Alfonso Signorini abbia scelto me un’altra volta” ha poi dichiarato annunciando la sua seconda edizione al GF Vip. Ma perché questo cambio repentino di idee? C’è sotto un cachet da capogiro? Sonia non ha commentato, ha preferito far cadere le domande nel silenzio ma a quanto pare l’entusiasmo per un inizio glorioso a settembre si è andato via via spegnendo in questi ultimi giorni per via di problemi sul palinsesto. Mediaset sembrerebbe in crisi, ma vediamo nel dettaglio cosa è successo.

Problemi per Mediaset: il Grande Fratello Vip potrebbe risentirne, Sonia Bruganelli è preoccupata

Bruganelli
Sonia Bruganelli (Mediaset play)

In questi giorni il gossip aveva già annunciato che probabilmente il Grande Fratello Vip 7 di Alfonso Signorini poteva subire un ritardo. Confusione anche per i telespettatori tra due date: il 12 e il 19. La trasmissione dovrebbe mandare in onda la prima diretta in uno di questi spazi ma Mediaset è in fermento con le programmazioni per via di alcuni disguidi interni.

A questi gossip nelle ultime ore se n’è aggiunto un altro. In sostanza c’è la possibilità che Alfonso Signorini sia costretto a rimandare tutto ad ottobre. Il problema, infatti, potrebbe essere legato alle elezioni straordinarie del 25 settembre. Il fermento governativo ha scombussolato anche tutta l’organizzazione dei mass media in quanto la tv è ancora uno dei primi canali d’informazione istituzionale.

Se così fosse, sia i concorrenti che gli opinionisti dovranno rivedere l’agenda perché scalerà tutto di settimane e per molti potrebbe diventare un serio problema. La maggior parte dei concorrenti si organizza per qualche mese stoppando i lavori, ma se le date cambiano è possibile che siano costretti a rinunciare per altri impegni. Insomma la situazione è più preoccupante di quanto si possa pensare. Vedremo come la gestiranno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.