Varianti Omicron, salgono i contagi: decisione a sorpresa del Governo

Decisione inaspettata da parte del Governo a seguito dell’aumento di positivi alle varianti Omicron del Covid-19: le parole dell’esperto

Varianti Omicron
Il premier Mario Draghi (Foto ANSA)

Gli esperti continuano a monitorare i numeri relativi ai casi Covid-19 in Italia. Particolare attenzione alle numerose varianti Omicron che continuano a far crescere i dati ed il numero dei positivi. Al momento ed in vista del prossimo autunno, sembrerebbero non esserci però grandi timori e la sensazione è che non sarà fatto alcun passo indietro rispetto alle decisioni prese nel corso degli ultimi mesi.

In particolare, il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa ha fatto il punto sulla situazione attuale in Italia. Inoltre ha parlato dei piani del governo italiano per il prossimo autunno e soprattutto della speranza per i mesi avvenire. Al momento sul tavolo della politica italiana sembrerebbe non esserci però alcun provvedimento in analisi.

Varianti Omicron, le parole di Andrea Costa: i piani per il futuro

Il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa (Foto ANSA)

Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, è intervenuto ai microfoni di Rainews24 per fare il punto sulla situazione Covid-19 in Italia. In particolare l’esperto si è soffermato sugli attuali contagiati e sui prossimi passi del Governo italiano: Al momento sul tavolo non c’è nessuna misura restrittiva in esame. Valuteremo gli scenari nel corso delle prossime settimane ma credo sia sbagliato dire che sarà un autunno catastrofico”.

Nel corso della stessa intervista ha inoltre escluso possibili passi indietro sostanziali nella prossima stagione: L’obiettivo è convivere con il virus e significa anche prendere in considerazione l’ipotesi che chi è positivo ed asintomatico possa evitare l’isolamento e la quarantena. È un ragionamento che più avanti andrà fatto”. Non si tratta quindi di una possibilità di cui discutere adesso ma da valutare nel corso del prossimo futuro.

Secondo il sottosegretario Costa questo è il momento di rassicurare ed invitare alla prudenza e non di lanciare messaggi negativi o allarmi. Nel corso di una recente intervista al quotidiano Libero ha anche affrontato il tema del prossimo anno scolastico. Anche in questo caso l’obiettivo è quello di tornare piano piano alla normalità con lezioni in presenza e senza mascherina.

Tutto questo dovrà essere però deciso anche in base ai numeri che verranno registrati dagli ospedali nel corso dei prossimi mesi. Intanto resta l’invito alla prudenza, all’attenzione ma soprattutto si tiene ancora in grande considerazione il ruolo dei vaccini per le fasce più deboli della popolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.