“Costretto a dare le dimissioni”: la Regina Elisabetta lo ha escluso, fuori per sempre da Buckingham Palace

La Regina Elisabetta lo esclude, il suo comportamento lo ha allontanato da tempo da Buckingham Palace: non c’è più spazio per lui 

Regina Elisabetta (Ansafoto)
Regina Elisabetta (Ansafoto)

Questa volta parliamo di un componente della Royal Family alla lontana. Un cugino della Regina Elisabetta che ha sempre ostentato i suoi legami di sangue con l’ultimo zar Romanov e quelli d’affari con l’entourage di Putin. Il risultato è che ha perso sempre più importanza nella famiglia inglese del Buckingham Palace.

A quanto pare a chiedere che uscisse di scena Micheal di Kent è stato Boris Johnson, almeno i tabloid britannici sostengono così. Michael è cugino primo di Elisabetta perché condivide con lei il nonno re Giorgio V, ennesima spina nel fianco per la regina poiché decisamente troppo vicino alla Russia, lo racconta anche il magazine Oggi.

Anche Michael impegnato negli affari con Putin, sembra essere molto più propenso ad essere un “erede spirituale” dell’impero zarista rispetto a dar importanza alla sua famiglia inglese. Questi tra i vari motivi che nel tempo portarono Elisabetta ad allontanarsi sempre di più, ma vediamo nel dettaglio cosa è successo in questi anni.

La Regina Elisabetta contro il cugino zarista, ha troppi rapporti con la Russia

Michael di Kent (Wikipedia)
Michael di Kent (Wikipedia)

Michael per sposare sua moglie dovette rinunciare ai suoi diritti sul trono, passando così da 7 erede a 52 esimo. Questo perché Marie-Christine era già divorziata e cattolica. Prima cosa che fece storcere il naso alla Regina, a seguire poi, si scoprì che in circa sei anni aveva ricevuto circa 320mila sterline dal miliardario moscovita Boris Berenzovsky, non qualcosa di illegale ma che alla Regina continuò a non scendere giù.

Adesso continua questa strategica vicinanza a Putin e alla Russia probabilmente anche per il fatto che non se la passi molto bene economicamente e che la Regina dovette già aiutarlo diverse volte pagandogli affitti. Questa sommatoria di motivi ha fatto sì che fosse allontanato definitivamente da Buckingham Palace ma non solo per la vicinanza a Putin, anche per la sua condotta che sporcherebbe il buon costume Elisabettiano di cui la Regina è molto gelosa. Ad essere d’accordo più che mai anche lo stesso Boris Johnson, il primo a rendersi conto che il cugino di Elisabetta poteva essere un vero problema per Londra e l’Inghilterra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.