Zanzare in casa | Si stanno nascondendo proprio a casa tua: controlla immediatamente 2 posti

Il nemico numero uno dell’estate, le zanzare. Un recente studio rivela però dove si nascondono, ed è in casa: massima attenzione

Zanzare: si nascondono in casa
Zanzare: si nascondono in casa (Pexels)

Uno dei nemici dell’estate, insieme al caldo e al sudore, è sicuramente composto dagli insetti e dalle zanzare. Queste sono fastidiose soprattutto per chi ha la pelle sensibile: il loro morso causa i cosiddetti pomfi, rigonfiamenti pruriginosi che possono diventare anche dolorosi, in alcuni casi. Nelle zone più soggette a questo tipo di insetti, molte case sono dotate di apposite zanzariere alle finestre.

Eppure, nonostante le protezioni, molte persone notano che le zanzare riescono comunque ad arrivare in casa. Il motivo è semplice, quanto incredibile: spesso le zanzare non arrivano in casa, ma ci nascono proprio. Ecco dove si nascondono e cosa può favorirne la proliferazione.

Allarme zanzare: attenzione ai depositi di acqua

Vasi e raccolte d'acqua: allarme zanzare
Vasi e raccolte d’acqua: allarme zanzare (Pexels)

Un recente studio condotto dai tecnici dell’IPLA, l’istituto piemontese che si occupa della lotta alle zanzare in Piemonte, ha rivelato una realtà incredibile per quanto riguarda quella regione: il 70% delle zanzare, infatti, nasce su suolo privato. Questo dato riguarda quella specifica regione ma è facile pensare che la situazione sia simile in tutta l’Italia.

Le zanzare, infatti, sono insetti che depongono le uova in zone umide e dove c’è dell’acqua. Le larve non vengono allevate dalla mamma ma sono subito autonome, diventando quindi fin da subito fastidiose. Ebbene, la casa è l’ambiente preferito dalle zanzare per deporre le proprie uova. Si pensi, infatti, a tutti i ristagni che si vanno a creare: un ristagno di sette giorni, per gli scienziati, è già un focolaio.

Uno degli ambienti più pericolosi, in questo senso, è quello dei sottovasi. D’estate la casa e il giardino si riempiono di fiori, i quali hanno grandi necessità in termini idrici. Per questo, spesso si lascia il sottovaso pieno di acqua per favorire l’idratazione della pianta: qui, però, possono venirsi a creare grossi focolai. Lo stesso vale per i secchielli dei bambini o per i secchi delle pulizie, lasciati magari in balcone in attesa di essere sistemati.

Un altro ambiente in cui le zanzare depongono spesso le uova è lo scarico del bagno e il gabinetto. Bastano infatti le ore notturne in cui viene meno usato per permettere alla zanzara di deporre le uova nella riserva d’acqua continua e, di conseguenza, per creare un nuovo focolaio. per risolvere la soluzione si può pensare a uan retina o a un sottovaso ribaltato, per impedire agli insetti di accedervi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.