Non aggiungere acqua allo shampoo | Attività pericolosissima: i tuoi capelli sono in pericolo

È un’attività che viene spesso consigliata da guru e influencer, ma le sue conseguenze possono essere drastiche. Attenzione allo shampoo

Diluire lo shampoo
Diluire lo shampoo (Pexels)

Quello del lavaggio dei capelli è un rituale che ognuno svolge in un preciso e unico modo. La ricerca dei prodotti migliori per la propria chioma e la combinazione giusta tra frequenza e quantità sono i pilastri della routine del lavaggio dei capelli. Soprattutto chi li ha lunghi, infatti, ha bisogno di prodotti specifici per la propria situazione, affinché la gestione sia più semplice e la resa estetica migliore.

Uno dei consigli più dati da guru e influencer del settore è quello di allungare lo shampoo con dell’acqua. Nonostante dicano che questa pratica renda il prodotto meno aggressivo per la cute, in realtà ha praticamente solo conseguenze negative. Ecco cosa può succedere.

Shampoo: perché non diluirlo con l’acqua

Shampoo
Shampoo (Pexels)

Molte persone scelgono di diluire lo shampoo principalmente per due motivi. Il primo è di natura economica: aggiungendo dell’acqua diventerà di più e, sebbene allungato, durerà nel tempo. Il secondo, invece, è di natura pseudo-scientifica. Lo shampoo, per lavare, contiene degli agenti schiumogeni chiamati tensioattivi, che servono proprio a portare via dalla cute lo sporco. Questi vengono spesso accusati di essere eccessivamente aggressivi e, per alleggerirne l’effetto, molte persone allungano lo shampoo con dell’acqua.

Il fatto di diluire lo shampoo, però, è estremamente dannoso. A meno che non si utilizzi immediatamente tutto e si finisca la sostanza diluita, il fatto di allungarlo con dell’acqua può avere pesanti conseguenze. Compiendo questo gesto, infatti, non si allungano solo le sostanze lavanti come i tensioattivi, ma anche quelle conservanti: in questo modo, si favorirà una crescita batterica incontrollata. I batteri e i funghi che si formano all’interno dello shampoo, poi, possono causare pesanti irritazioni alla cute e al cuoio capelluto. Non solo: questi sono in grado anche di modificare la composizione degli ingredienti funzionali dello shampoo, impedendogli di svolgere la sua funzione di detersione.

Come ogni cosmetico, quindi, anche lo shampoo è formulato in modo da essere perfettamente funzionale alle esigenze del consumatore, rispettandone le  necessità. Nel caso di cute sensibile e reattiva a certi particolari shampoo, basterà provare a cambiare tipologia di prodotto orientandosi verso quelli più delicati, come quelli per la cute dei bambini. L’importante è mantenere la soluzione all’interno del flacone completamente integra, senza modificarla con l’aggiunta di acqua: le conseguenze, infatti, potrebbero essere ben peggiori di ciò che si pensava.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.