Allarme salmonella | Il pericolo arriva dalla carne congelata: errore colossale col microonde

Il congelatore è fondamentale per la conservazione del cibo. Occhio però alla modalità di conservazione della carne congelata: che rischio

Scongelare la carne
Scongelare la carne (Pexels)

Riporre la carne in freezer è uno dei modi migliori per conservarla. Quando se ne acquista troppa, o se improvvisamente tutti gli invitati hanno dato buca, si deve trovare un modo per non sprecarla. Il congelatore, quindi, diventa un alleato essenziale per la quotidianità. Carne, pesce, sughi ma anche verdure e legumi: una volta congelato, il cibo resiste anche a lungo tempo e si conserva sia in gusto che estetica e qualità.

Prima di cuocerla e consumarla, però, la carne va scongelata. È molto importante sapere come si fa, poiché metodi scorretti potrebbero avere dure conseguenze per la salute: sono poche ma essenziali regole che, se conosciute, evitano spiacevoli situazioni.

Carne congelata e allarme salmonella: cosa non fare assolutamente

Scongelare la carne
Scongelare la carne (Pixabay)

La principale componente della carne, come di quasi tutto quello di cui ci cibiamo, è l’acqua. Proprio per questo motivo il cibo è spesso preda di batteri e muffe, che dell’acqua fanno il proprio ambiente preferito. Sin dall’antichità, quella della conservazione del cibo è una lotta costante: la sua composizione lo rende facile preda di microrganismi. Una delle tecniche usate nel passato è l’essiccazione che, appunto, priva gli alimenti della propria acqua, senza la quale i microrganismi non possono vivere.

Oggi, per conservare la carne ed altri cibi, usiamo il congelatore. Quelli che abbiamo in casa hanno una temperatura di -19 °C: qui le reazioni chimiche degli alimenti son quasi completamente fermi e i batteri son bloccati. Quando si scongela, però, si deve fare molta attenzione: un procedimento errato potrebbe portare alla proliferazione batterica e, nei casi più estremi, a contrarre la salmonella. Innanzitutto, è bene evitare il microonde: il ghiaccio presente sull’alimento, infatti, non assorbe le microonde e il rischio è che il cibo si cuocia in alcuni punti, poiché invece la patina d’acqua assorbe perfettamente le microonde.

Allo stesso modo, si deve evitare che carne e pesce si scaldino troppo durante lo scongelamento, poiché si favorirebbe il proliferare di batteri. La metodologia corretta sarebbe quella di riporre la carne che si vuole scongelare in frigorifero, all’interno di un contenitore così da raccogliere eventuali liquidi. Un modo sicuro e ottimo per chi ha poco tempo, invece, è quello di chiudere l’alimento in un sacchetto ermetico togliendone tutta l’aria possibile e, una volta sigillato, tenere il sacchetto immerso in una ciotola d’acqua fredda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.