Sanremo 2022, Donatella Rettore fa già scalpore: “Mi sono vendicata”

La canzone di Donatella Rettore e Ditonellapiaga ha già suscitato alcune polemiche, ma c’è un motivo ben preciso dietro alla frase incriminata.

Donatella Rettore Sanremo 2022 Ditonellapiaga Chimica
Donatella Rettore – Fonte: Screenshot

Donatella Rettore quest’anno, all’età di 66 anni, salirà nuovamente sul palco del Festival di Sanremo, ma non lo farà da sola perché duetterà con la giovane cantante Ditonellapiaga. Nelle ultime ore sembra che tra le due sia scoppiata una furiosa litigata dietro le quinte a causa della scelta degli outfit, ma nulla è ancora confermato.

D’altronde le due artiste saranno costrette in ogni caso ad appianare le loro differenze e a far ascoltare all’Ariston il loro brano, che già durante la presentazione aveva suscitato non poche polemiche. La canzone si intitola Chimica e promette essere una canzone grintosa, liberatoria ed ironica.

Proprio per queste sue caratteristiche però il testo di Chimica ha già destato scandalo e Donatella Rettore si è trovata costretta durante un’intervista a spiegare le parole in questione rivelando qualche dettaglio del proprio passato.

Le suore

Donatella Rettore Sanremo 2022 Ditonellapiaga Chimica
Donatella Rettore e Ditonellapiaga – Fonte: Instagram

La frase incriminata del testo della canzone che la Rettore e Ditonellapiaga portano al Festival  è “non mi importa del pudore, delle suore me ne sbatto totalmente”. Ovviamente nella nostra Italia puritana queste parole hanno fatto scalpore; Donatella dunque ha tentato di spiegare i retroscena di questa frase.

La cantante è cresciuta dalle suore e la sua esperienza non è stata delle migliori, a causa della severità e in alcuni casi della violenza; con questa canzone la Rettore ha voluto prendersi una piccola rivincita verso tute le angherie subite durante l’infanzia. “Sono cresciuta dalle suore  e con questa frase mi sono vendicata di tutto quello che ho subito. Ricordo i ceffoni, i calci nel sedere”, ha raccontato.

 

Ver esta publicación en Instagram

 

Una publicación compartida por @ditonellapiaga

Non tutto fu tremendo però in quegli anni passati con le suore per Donatella che incontrò anche una donna amorevole e gentile, Suor Esterina; purtroppo non è mai riuscita a rincontrarla.

“C’era una suorina minuta, l’unica davvero gentile, Suor Esterina. Lei mi è rimasta nel cuore. Purtroppo la curia non mi ha mai permesso di rincontrarla. Negli anni di “Quelli che il calcio” con Fabio Fazio, nel programma c’era sempre Suor Paola tifosa della Lazio. Chiesi alla Rai di poter ospitare Suor Esterina per raccontare la storia della mia infanzia ma la curia non lo permise. Non ho mai capito perché”, ha spiegato la Rettore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.