“Censori e cretini”: bufera su Amici 21, replica da applausi della produzione

La produzione di Amici 21, talent show nato da un’idea di Maria De Filippi, ha replicato ad alcune clamorose accuse: la situazione. 

La classe di Amici21 (screenshot Witty)

Una nuova polemica si è abbattuta sulla corrente edizione di Amici di Maria De Filippi e che coinvolge la produzione dello stesso talent. Tutto risale alla puntata andata in onda lo scorso 11 ottobre e che ha scatenato alcune clamorose accuse.

Secondo quanto riferisce Gianni Valentino, curatore del progetto Totò Poetry Culture, nel corso della puntata la redazione ha deciso di tagliare la canzone Malafemmina. Questo per evitare che il pubblico potesse sentire questa parola “incriminata”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Soleil Sorge, accusa pesantissima degli altri gieffini: il web insorge in sua difesa

Accusa a cui la stessa produzione del talent ha deciso di rispondere per le rime con un post pubblicato sul proprio Instagram. La redazione ha definito queste accuse del tutto inappropriate ma soprattutto che si basano sul nulla assoluto.

Amici 21, la risposta a tutte le accuse: sfogo sui social

La conduttrice Maria De Filippi (screenshot Witty)

Valentino si riferisce alla coreografia che ha ballato Mattia, allievo di Raimondo Todaro, per riconfermare la maglia e per guadagnarsi ancora il diritto di stare nella scuola. La redazione di Amici ha esordito provando a smentire ogni accusa: “In questi giorni circola un’assurda polemica tra web e carta stampata, sull’eventualità che ad Amici si sia sentita l’esigenza di censurare la canzone di Totò, Malafemmena. Una canzone che ad Amici è stata eseguita mille volte nel corso degli anni”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> “È uno scherzo de Le Iene”: rivelazione pazzesca, la notizia del giorno è “completamente inventata”

La produzione ha aggiunto il motivo per cui la canzone è stata tagliata: Il brano è stato tagliato a circa un minuto o poco più, sia per stare nel tempo richiesto che per mantenere integra la melodia che tutti conosciamo, sono venute via due strofe centrali, oltre che la fine del brano. Solo i malpensanti possono credere che si sia deciso di tagliare la parola malafemmena che però, nel frattempo, viene annunciata proprio introducendo la coreografia”.

La redazione ha specificato: “Quindi secondo i critici, tagliamo la parola ma la utilizziamo per introdurre il brano. Saremmo quindi censori e cretini. Nel finale la produzione di Amici ha poi mandato una frecciatina a coloro che hanno riportato questa storia senza però approfondire l’argomento.