“Ho provato molto dolore”: GF Vip, un racconto che mette i brividi

Nel 2020 Rodrigo Alves ha portato avanti il proprio processo di transizione diventando Jessica. Ecco il racconto della sua prima volta come donna.

Jessica Rodrigo Alves prima volta madre figli
Rodrigo Alves, 2018 – Fonte: Getty Images

L’edizione del Grande Fratello Vip 2018 ebbe tra i suoi concorrenti un personaggio molto particolare, Rodrigo Alves, già conosciuto al pubblico per le numerose ospitate nei salotti di Barbara D’Urso. Quello che venne definito il “Ken umano” però, oggi è una Barbie.

Rodrigo infatti, dopo aver fatto molto discutere per le sue scelte e per varie dichiarazioni circa la sua vita privata, nel 2020 ha deciso di compiere il processo di transizione diventando una donna e prendendo il nome di Jessica.

Tra le varie operazioni subite, la ex gieffina, si è sottoposta anche ad un intervento di vaginoplastica per sentirsi al 100% una femmina; in una recente intervista rilasciata in Brasile, il suo paese d’origine, ha svelato come è stata la sua prima volta da donna e anche i suoi progetti futuri.

LEGGI ANCHE >> “Ci ho messo una vita ad accettarlo”: Miriam Leone, un dramma giovanile insospettabile

La prima volta

Dopo un intervento importante come quello subito la Jessica è normale che il primo rapporto sessuale sia stato molto doloroso, ma le cose sono poi migliorate con il tempo: “La mia prima volta è stata molto dolorosa, ho dovuto prendere antidolorifici e stare a letto un po’ di giorni. Ho perso anche un po’ di sangue, ma quando ho chiamato il chirurgo che mi ha operata, mi ha detto che è una cosa normale”, ha raccontato la Alves spiegando come in seguito la situazione si sia stabilizzata.

LEGGI ANCHE >> “Hanno scritto cose terribili”: il dolore di Ornella Muti, una ferita ancora aperta

Jessica però ha sempre avuto un ulteriore sogno, cioè quello di diventare madre; un progetto quasi impossibile da realizzare per una donna trans, ma che lei era decisa a realizzare. Qualche mese fa infatti la Alves si era detta pronta a subire un nuovo intervento, secondo lei già sperimentato in Brasile, di trapianto dell’utero. Purtroppo la ex gieffina ha dovuto rinunciare all’idea, dal momento che, avendo un bacino maschile, non avrebbe comunque potuto ospitare un feto in crescita. Jessica non ha di certo rinunciato al suo sogno di essere madre e sta valutando altre opzioni, come la maternità surrogata o l’adozione.