Whatsapp down, ne approfitta subito Telegram: mossa spettacolare, utenti in estasi

Ore di alta tensione per gli utenti della piattaforma di messaggistica Whatsapp in down: la reazione inaspettata di Telegram. 

Il logo di Whatsapp (Pixabay)

Nella serata di ieri, gli utenti di Whatsapp si sono ritrovati davanti ad una situazione inaspettata. Per diverse ore non è stato possibile utilizzare la nota piattaforma messaggistica perché in down totale: impossibile inviare messaggi, immagini o file.

Una situazione che ha scatenato l’indignazione degli utenti che si sono subito lamentati sulle poche piattaforme attive quali Telegram e Twitter. Proprio da questi ultimi è arrivata una inaspettata reazione a quanto accaduto alla diretta concorrenza.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Barbara D’Urso, così non si può andare avanti: Piersilvio si rimangia tutto

In particolare, la piattaforma Telegram ha risposto in modo ironico al grave problema tecnico dell’applicazione di proprietà di Mark Zuckerberg. Non è la prima volta che questo accade, già in passato le due app si sono scontrate essendo l’una la diretta concorrente dell’altra.

Whatsapp, la reazione di Telegram dopo i problemi tecnici

App Telegram su smartphone (Foto: Getty Images)

La piattaforma Whatsapp ha subito comunicato, attraverso i propri canali ufficiali di comunicazione, dei problemi tecnici ai propri utenti. Un messaggio che ha scatenato le più disparate reazione a partire dallo stesso Telegram che ha mandato un chiaro messaggio ai suoi utenti: “Passate di qui, i server sono attivi e i nostri genitori non sono a casa”.

Una battuta che ha scatenato la reazione degli utenti dei social e che ha trovato numerosi consensi. Lo stesso è accaduto al profilo social di Twitter che ha commentato in modo ironico i problemi di Whatsapp. In un tweet ha comunicato ai suoi utenti: “Ciao, letteralmente a tutti”, ovvero a tutte quelle persone che in assenza della piattaforma si sono riversate proprio su Twitter.

Una situazione surreale soprattutto per coloro che ogni giorno sfruttano la piattaforma per poter lavorare o comunicare il più velocemente possibile con gli altri. Il problema al momento sembrerebbe essere risolto anche se restano un mistero le cause di questa ennesima grana tecnica che ha suscitato e continua a suscitare numerose e clamorose polemiche. Non a caso i due tweet sopra analizzati hanno collezionato milioni di mi piace in un lasso di tempo davvero molto breve.