Amici, il taglio clamoroso di Maria De Filippi: “Sono rimasto spaesato, senza equilibrio”

E’ stato un volto amato ad Amici, ma ad un certo punto ha iniziato ad essere sempre meno presente. La cosa non lo ha lasciato indifferente.

Amici 21
La conduttrice Maria De Filippi (screenshot)

Uno dei volti più amato di Amici si è di recente confidato al Corriere della Sera, parlando della sua graduale sparizione dal celebre talent di Maria De Filippi. Si è trattato di un passaggio graduale e l’uomo di certo non se l’aspettava; ha infatti parlato di un certo senso di spaesamento, come se fossero venuti a mancare alcuni punti di riferimento. Nonostante questo ha degli ottimi ricordi del programma e ad oggi riesce ad analizzarne pregi e difetti con estrema lucidità; soprattutto perché il programma gli ha dato il giusto stimolo per tornare sul suo lavoro.

LEGGI ANCHE>> Amici 20, retroscena svelato solo ora: drammatica interruzione del provino

L’ex insegnante di Amici rompe il silenzio

Beppe Vessicchio ad Amici
Beppe Vessicchio ad Amici [Screenshot]
Il pubblico si era affezionato a quell’insolito insegnante di Amici e ad oggi conserva un bellissimo ricordo di Beppe Vessicchio. Il direttore d’orchestra è stato infatti per anni un punto di riferimento all’interno del talent, curando sia la preparazione degli studenti che l’orchestra del programma.

I fan più attenti avranno notato però che già da prima della sua uscita dal talent – avvenuta nell’ultima edizione – il maestro è stato sempre meno presente nel programma. Oggi è Vessicchio stesso a parlare di quel taglio graduale che è avvenuto sul suo ruolo all’interno di Amici.

“Ad un certo punto la serialità si è interrotta. E’ successo per vari motivi, tra cui un normalissimo ricambio di figure. In un primo momento sono rimasto spaesato e privo di equilibrio” afferma il maestro, che ha fatto fatica ad abituarsi alla cosa. In realtà, analizzando meglio l’accaduto, si è anche detto grato di quel che è successo.

LEGGI ANCHE>> Amici, il ragazzo prediletto da Maria De Filippi: lei confessa la verità

Nonostante i suoi giudizi siano stati preziosi per gli studenti, era Vessicchio stesso a soffrire a causa della serialità del programma. Si tratta di uno spettacolo che – pur cambiando continuamente – in fondo resta sempre uguale. Le situazioni nel dettaglio sono sempre diverse, perché cambia il brano così come chi lo interpreta, ma il meccanismo di base resta lo stesso.

“Sentivo che stavo percorrendo un’autostrada in cui facevo le cose per inerzia e dovere” conclude il maestro, che quindi non si sentiva abbastanza stimolato dal talent. Una volta uscito, però, ha capito che quanto avvenuto nel corso della sua esperienza è stato fondamentale per tornare dalla sua musica.