Olimpiadi Tokyo 2021, il sogno dei 40 podi: tutti gli azzurri da medaglia

Mai come quest’anno le Olimpiadi rappresentano un’incognita a causa delle condizioni in cui avvengono. Nonostante tutto, però, l’asticella è davvero alta.

Tokyo 2020
Tokyo 2020 [ Fonte GettyImages]
Quest’anno gli italiani sono piuttosto ben considerati alle Olimpiadi e molti dei siti internazionali che si sono occupati di pronostici danno gli azzurri come padroni indiscussi della manifestazione. In effetti i nomi da medaglia sono tanti e ci sono grandi possibilità di portarsi a casa moltissimi successi e poter proseguire con l’anno fortunato – dopo gli ultimi successi all’estero, tra cui gli europei di calcio.

LEGGI ANCHE>> Raffaella Carrà, l’ultimo desiderio commuove tutti: ‘Per sempre insieme’

2021, anno fortunato per l’Italia? Le nostre chance alle Olimpiadi

Tokyo 2020
Tokyo 2020 [ Fonte GettyImages]
Dopo le straordinarie imprese degli sportivi azzurri negli ultimi mesi, gli occhi sono tutti puntati proprio su di loro alle Olimpiadi Tokyo. Dal piattello al nuoto, fino alla pallavolo e il basket, le chance per gli italiani sono moltissime. Nelle ultime Olimpiadi – Rio 2016 – gli azzurri avevano infatti dimostrato più e più volte il proprio valore. In quell’anno le medaglie portate a casa furono 28, ma quest’anno si punta più in alto.

Tante però sono le incognite che minacciano il percorso, prima di tutto il Covid – contro cui si può ben poco. Non sarà, insomma, solo la discrezionalità dei giudici a minare il percorso dei nostri atleti – comunque quest’anno ben visti da moltissimi siti che si occupano di sport e hanno già fatto il toto-medaglie.

LEGGI ANCHE>> “Ormai non è più nei miei pensieri”: Uomini e Donne, clamoroso ritorno al passato

Moltissime sono le discipline per cui siamo riusciti a qualificarci; tra gli assenti spuntano solo 5 categorie – calcio, badminton, pallamano, hockey su prato, rugby a 7. Quest’anno infatti abbiamo stabilito un nuovo record di atleti presenti alla manifestazione, ben 384 – e proprio per questo possiamo risultare più competitivi del solito.

Per quanto riguarda il piattello – categoria che a Rio ci ha visti trionfare – quest’anno, saremo rappresentati da un’ottima Jessica Rossi, mentre per il nuoto si farà affidamento sulle solite colonne portanti della categoria – tra cui Federica Pellegrini, che però con le Olimpiadi ha un rapporto difficile.

Gli occhi sono però puntati soprattutto sugli sport di squadra, tra cui la pallavolo – che quest’anno promette delle notevoli gioie anche grazie a Paola Egonu – e il basket. In quest’ultima categoria, dopo l’impresa incredibile in Serbia, sembriamo piuttosto proiettati per la vittoria decisiva.

Più difficili, invece, le categoria di lotta, dove il Giappone fondamentalmente giocherà in casa. Il più grande rimpianto è però rappresentato dal tennis e dalla gioia sfumata di Marco Berrettini – che comunque ha portato a casa un’impresa grandiosa. La rappresentanza azzurra, ad ogni modo, non è mai stata così corposa e quest’anno avremo molto a ci prestare attenzione.

Impostazioni privacy