“Mi ha usato e gettato”: Antonella Elia, accuse durissime all’agente

Sembra sempre vivere in un mondo tutto suo Antonella Elia e in questi anni, a causa della sua ingenuità, ha seguito alcuni consigli sbagliati.

Antonella Elia svampita Lele Mora
Antonella Elia – Fonte: Instagram

Antonella Elia ha esordito come valletta a La Corrida nel 1990 ed è diventata poi una delle showgirl italiane più famose degli anni ’90, cimentandosi anche come attrice sia in televisione che al cinema e in teatro. Dopo un periodo di declino, negli ultimi anni è tornata sulla cresta dell’onda grazie alla partecipazione in veste di concorrente o opinionista a vari reality come L’Isola dei Famosi, Pechino Express e Il Grande Fratello Vip.

Ogni volta che appare in televisione Antonella Elia fa sempre molto parlare di sè e anche questa volta non si è lasciata sfuggire l’occasione di gettare in pasto ai gossip una nuova confessione. In questa occasione ha parlato di un personaggio che l’avrebbe spinta a fare scelte sbagliate riguardo alla propria vita professionale, sfruttandola e poi abbandonandola.

LEGGI ANCHE >> Andrea Zenga, il gesto è definitivo: deve farlo per Rosalinda

Fare la scema

Secondo il racconto che l’Elia ha rilasciato al programma Bestie durante l’intervista con Francesca Fragnani, l’uomo incriminato sarebbe il famoso Lele Mora. L’agente è già noto alla giustizia e alle cronache per vari reati e sembra che anche Antonella sia caduta in passato nelle sue grinfie. “Lui veramente mi ha fatto fare le scelte più sbagliate, mi ha spremuta come un limone. Cioè io sono stata un limone che ha usato e gettato”, ha raccontato.

LEGGI ANCHE >> “Non è vero”: antipatia reciproca, Diletta Leotta respinge le insinuazioni

Se sicuramente da una parte Lele Mora è un personaggio losco e che ha spesso avuto pessime intenzioni, Antonella Elia è però consapevole di aver un tipo di carattere molto debole e facilmente manipolabile che l’ha resa facile preda di chi voleva aprofittarsi di lei. “Forse perché non ho lucidità sufficiente per fare delle scelte soppesate, credo a tutto, se mi parli in cinque minuti mi convinci di qualsiasi cosa, sono debole”, ha spiegato.

Ma questo suo essere svampita è davvero la sua natura o semplicemente una caratteristica su cui ha costruito il proprio personaggio? L’Elia ha raccontato di un consiglio che le diede Corrado al suo debutto nel 1990, che fa pensare piuttosto alla seconda opzione: “Mi disse di fare la scema. Gli ho dato retta. Assolutamente sì, ho seguito il suo consiglio. Voleva dire che se facevo la seria e l’intellettuale perdevo qualsiasi credibilità. Corrado è stato il mio pigmalione e credo ciecamente a quanto mi disse 30 anni fa”, ha spiegato.