Rai, scelta clamorosa: il conduttore diventa prete

A volte il percorso in Rai non è quello si sta davvero cercando, ne sa qualcosa uno storico conduttore che abbandonato quel percorso per seguire quello del sacerdozio.

Sacerdozio [Fonte Paxabay]
Sacerdozio [Fonte Paxabay]
Il cammino di ognuno di noi non è sempre definitivo una volta raggiunto il successo. A volte capita di voler cambiare strada e intraprenderne una completamente diversa, com’è successo ad uno dei volti storici della Rai – il quale ha capito che il suo posto non era nella lunga di nomi che compongono la rosa dei conduttori del gruppo.

LEGGI ANCHE >> “Parlano per dar fiato alla bocca”: GF Vip 6, replica rabbiosa ai rumor

Volto noto Rai sceglie la strada del sacerdozio: i dettagli

Fabrizio Gatta a Tv2000 [Screenshot]
Fabrizio Gatta a Tv2000 [Screenshot]
Nonostante il grande successo ottenuto alla Rai come conduttore, Fabrizio Gatta da tempo aveva capito che il suo posto non era in nessuno dei programmi che ha brillantemente condotto negli anni. Ha scelto, quindi, di allontanarsi da quel mondo e di prendere una laurea in teologia.

Ma non finisce qui, perché il giornalista ha anche deciso di intraprendere il cammino del sacerdozio, una strada di gran lunga diversa rispetto quella che lo aveva portato al successo con programmi e co-conduzioni di un certo spessore.

LEGGI ANCHE >> Tommaso Zorzi, richiesta urgente di aiuto: l’opinionista salva Aka7even

Negli anni, infatti, Fabrizio Gatta ha avuto occasione di lavorare con Milly Carlucci, Manila Nazzaro, Roberta Capua e Giorgio Panariello. Con loro ha collaborato a lungo, partecipando davvero a programmi di tutti i tipi.

Tra questi figurano il dietro le quinte di Fantastica Italiana, Miss Italia, Tutto benessere e lo storico programma mattutino Uno Mattina. Con Panariello, invece, Gatta aveva collaborato ai tempi di Torno Sabato. Il suo esordio risale al 1996, anno in cui partecipa al progetto del concerto dell’Epifania, continuando a collaborare per ben otto edizioni e rimanendo dunque a lungo in Rai.

Nonostante questo, nel 2013 Gatta lascia la Rai e inizia il suo cammino spirituale, arrivando nel 2019 – come racconta a Dagospia – a prendere la laurea in teologia e, l’anno successivo, ha preso i voti e si è dedicato a tempo pieno al sacerdozio. Attualmente è parroco della diocesi di Sanremo e si dice soddisfatto del percorso intrapreso.