Lady Gaga in lacrime: un racconto dell’orrore

In una recente intervista Lady Gaga ha fatto una tristissima confessione sul suo passato. Vediamo insieme il racconto dell’orrore della cantante.

Lady Gaga
Lady Gaga (Instagram)

In una recente intervista Lady Gaga su Apple TV ha fatto una tristissima confessione sul suo passato. Vediamo insieme il racconto dell’orrore della cantante.

Un racconto sconvolgente quello della regina del pop che confida qualcosa che non aveva mai detto al programma televisivo The Me You can’t see. La docuserie di Oprah Winfrey alla quale collabora anche il principe Harry, che regala un lato nascosto del personaggio intervistato, una parte appunto che non si può vedere.

Ed è proprio quest’ombra che incombe sul passato di Lady Gaga, che lei con molto coraggio rivela a tutto il pubblico lasciandolo di stucco.

LEGGI ANCHE>>>Daniele Liotti: splendida notizia per lui, i fan iniziano a sperare

Lady Gaga confessa: stuprata a 19 anni

The Me You Can't See
The Me You Can’t See di Oprah Winfrey (Screenshot)

Un racconto dell’orrore che nessuno vorrebbe mai sentire, quello di Lady Gaga.

“Avevo 19 anni, e un produttore mi disse togliti i vestiti. Io dissi di no e me ne andai. Ma mi disse che avrebbe dato fuoco a tutta la mia musica” queste le parole confessate a Oprah nello sgomento di tutti.

Le star che siamo abituati a vedere avvolte dal successo, spesso nascondono sfumature ed ombre del passato che in un attimo le fanno apparire molto più vicine a noi. E se il dolore unisce, Lady Gaga non vuole di certo suscitare compassione anzi, racconta tutta la verità per poter essere d’aiuto a chi come lei ha subito violenza.

POTREBBE PIACERTI ANCHE>>>Alfonso Signorini, proposta in diretta: “Voglio andare al GFVip”

La sua lunga testimonianza affronta tutte le angolazioni del dramma, dalla gravidanza indesiderata frutto della violenza, al trauma culminato nell’autolesionismo.

Poi la cantante si apre con serenità al pubblico affermando che dopo un lungo percorso sta meglio, superato il trauma è andata avanti. Sarà che nelle sue canzoni un velo di malinconia spesso emerge, ma senza dubbio ora quel triste passato è alle spalle.