Sanremo 2021: la decisione ufficiale del Comitato tecnico scientifico

E’ ufficiale l’ok tanto aspettato: Sanremo 2021 potrà andare in onda, a dirlo è il Comitato tecnico scientifico dopo aver visionato i documenti dell’intera organizzazione.

Rai
Rai (Getty Images)

La bufera calata su Sanremo 2021 era partita dalla necessità della partecipazione del pubblico, più volte sottolineata dal conduttore Amadeus. A creare scompiglio è proprio il Cts: “O senza pubblico o sarà annullato il programma” aveva tuonato. Amadeus aveva annunciato le dimissioni dal ruolo di conduttore, ma purtroppo era ormai troppo tardi. Gli investimenti per il programma erano stati fatti e tutto era pronto: Amadeus e Fiorello alla direzione. 

I conduttori si sono trovati costretti a confermare la loro presenza e la Rai ha preso la decisione di rivedere l’intera organizzazione pur di non togliere la spensieratezza del Festival della canzone italiana al pubblico. I patti erano concordati, sì al programma anche senza pubblico: una diversa edizione come simbolo di tutto il dolore di quest’anno.

Potrebbe interessarti anche >>Fedez spiazza tutti: dopo la bufera di Sanremo, arriva il gesto a sorpresa

L’ok del Comitato, il programma del Festival di Sanremo sarà confermato

Festival di Sanremo
Festival di Sanremo (Getty Images)

Il protocollo è stato riscritto e inviato un’altra volta al Comitato tecnico scientifico. Questa volta il responso è stato positivo: il programma si farà. Lo svolgimento dell’evento è confermato senza spettatori ed è stata approvata anche tutta una serie di misure riorganizzative del teatro Ariston per ridurre le possibilità di contagio. Il luogo quindi rimane confermato nonostante i rumors che avrebbero parlato di uno spostamento della sede per via degli spazi ristretti.

Potrebbe interessarti anche >>Sanremo 2021, il protocollo all’esame del CTS: il possibile scenario

La Rai ha pensato a tutto: il Festival di Sanremo del 2021 sarà più che sicuro, anche diverso dal solito, probabilmente, ma l’edizione rimarrà sicuramente nella storia della canzone italiana. Gli applausi non verranno dalla platea ma dai salotti di casa, un pò come quando gli italiani si facevano forza cantando dai balconi.