Ristori 5: arriva il decreto il 20 gennaio, ecco a chi si rivolge

Arriva il nuovo decreto Ristori 5, slittato al 20 gennaio. Il provvedimento aiuterà tutti gli autonomi. Ecco cosa prevede.

decreto ristori
Ristori 5 (Getty Images)

Sembrerebbe che la situazione italiana legata all’emergenza Covid non migliori. Per questo il governo è stato costretto ad allungare il periodo di restrizioni fino ad inizio primavera. Da dicembre hanno lavorato sul nuovo decreto ristori, definito Ristori 5, per aiutare i ristoratori a combattere contro le chiusure.

Questa volta si parlerebbe di Partita Iva, forse un incentivo dedicato a tutti gli autonomi, e anche ai professionisti iscritti agli ordini. Verrà finanziato grazie a uno scostamento del deficit che negli ultimi giorni è passato da 24 miliardi a 32 miliardi.

Già dalle ultime volte l‘Agenzia delle Entrate aveva messo a punto un sistema di versamento automatico del ristoro a tutti coloro che avevano già fatto la registrazione la prima volta. Il metodo sembra funzionare perché riesce a velocizzare il versamento per l’ingente numero di italiani. I contributi a fondo perduto erogati dall’inizio della pandemia hanno superato ormai i 10 miliardi, tra ‘Rilancio’, ‘Agosto’, ‘Ristori’ e ‘Natale’.

LEGGI ANCHE >>Il Governo dà l’ok al Nuovo Dpcm: prolungato lo stato di emergenza

Cosa prevede il nuovo Ristoro 5

decreto ristori
decreto ristori (Getty Images)

Sembrerebbe che il nuovo Ristoro 5 sia rivolto non solo ai ristoratori ma anche a tutti gli autonomi che non sono stati costretti a chiudere, un incentivo per spronare una ripresa dell’economia dopo questo prossimo periodo di chiusura. Così ha riferito la vice ministro all’Economia Laura Castelli. 

Un cospicuo aiuto arriverà soprattutto agli impianti sciistici che hanno dovuto mettere una pietra sulla stagione da dicembre. Con il Nuovo Dpcm si sono allungati i periodi di chiusura fino al 15 febbraio. Proprio per questo hanno deciso di dedicare buona parte del denaro per aiutare le strutture.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>Berlusconi ricoverato a Monaco, Zangrillo: “C’è stato un aggravamento”

I ristori inizieranno ad essere inviati il 20 gennaio, anche se la data sembrava essere il 16, c’è stato un breve slittamento per organizzare l’invio anche per le nuove categorie rientranti nel decreto.

 

Impostazioni privacy