Truffa Lidl, attenzione ai messaggi: promettono buoni sconto ma rubano i soldi

Lidl, la truffa è stata scoperta, attenzione ai messaggi che promettono buoni sconto: non sono inviati dall’azienda si tratta di un sito clone

500 euro
500 euro (Pixabay)

In un periodo particolare come quello che stiamo vivendo, anche fare la spesa diventa difficile per molte famiglie. Inflazione e prezzi delle materie prime alle stelle, stipendi invariati: tutti cercano disperatamente il risparmio. È chiaro che imbattersi in un buono sconto Lidl da 500 euro per molti sembra un vero e proprio sogno, un modo per poter fare la spesa per un intero mese gratis.

Impossibile pensare sia vero, difficile infatti credere che qualcuno possa regalare 500 euro di spesa, soprattutto con i tempi che corrono, ma con la disperazione il cervello umano diventa vulnerabile perché non riesce a razionalizzare nel modo giusto le informazioni che riceve. Con la disperazione di non arrivare a fine mese si arriva a credere anche ai buoni sconto da centinaia di euro, e poi si finisce in trappole da brividi nelle quali i soldi sul conto vengono prosciugati in poche ore. Si tratta proprio della truffa che ha colpito già davvero tanti italiani e che si sta espandendo a macchia d’olio già da qualche mese. Arriva sotto forma di messaggio WhatsApp e consiglia di scaricare il buono seguendo un link.

La famosa catena di supermercati, però, non sta inviando alcun buono spesa da riscattare tramite e-mail. I criminali sfruttano il nome del Lidl solo per raggirare i consumatori. Questa non è l’unica truffa che corre via e-mail e WhatsApp in questo periodo. Sono diversi i tentativi di raggiri a cui prestare la massima attenzione (come la truffa del pacco che non è stato ritirato).

Come funziona la truffa del buono sconto Lidl da 500 euro

Messaggio truffa lidl
Messaggio truffa lidl

Torna la truffa del buono sconto Lidl da 500 euro tramite e-mail e WhatsApp. Funziona in questo modo: viene inviata una e-mail oppure un messaggio sulla piattaforma di messaggistica istantanea, nella quale si chiede di riscattare il fantomatico buono. Nel corpo del messaggio, poi, si chiede di cliccare su un link che rimanda a una pagina molto simile a quella Lidl ma che in realtà è un sito clone. All’ignara vittima, quindi, viene chiesto di inserire i propri dati personali compresi quelli bancari per poter ricevere l’accredito dei soldi pari al valore del buono.

Attenzione a questo messaggio “Hai vinto il primo premio Lidl Cash di 500 euro. Richiedi il tuo premio speciale – Offerta limitata. Per confermare” o a messaggi similari, ricordate: nessuno vi regala niente, soprattutto 500 euro. Inserendo i dati richiesti, infatti, ci si potrebbe trovare la carta di credito clonata o il conto corrente violato!

Per difendersi dalla truffa del buono sconto Lidl, del pacco o dagli altri raggiri, la prima cosa da fare sarà quella di eliminare il messaggio e inserire il mittente nello spam e nel caso si fossero già inseriti i propri dati personali, si dovrà segnalare immediatamente l’accaduto alla Polizia di Stato, esattamente alla sezione dedicata alle frodi di tipo telematico.